Sondaggi
La tua varietà preferita
 
Utenti Registrati



Visite dal 30 Settembre 2009: 16336
Posto in classifica joomla top 100: sotto 300 su 3652 siti grazie a VOI!
Iscritti al forum: 49

[Martedi 06 Novembre 2012]
Rispondere al sondaggio nel forum. Come siamo messi nei negozi a qualità e disponibilità di Goldfish?? Portate la vostra esperienza! 

Goldfishmania.it compie 3 anni!!

 

GoldfishE' un sabato di fine maggio. Fa ancora fresco fuori quindi a letto si sta sotto, al caldo. Siamo andati a letto tardi, dopo esserci coccolati un po', ma non ho voglia di dormire. Cerco un pensiero che mi distragga e sento un'automobile arrivare. I miei suoceri tornano dalla sala da ballo. Non li sento, probabilmente dormo. Poi una porta che sbatte mi fa aprire gli occhi. Forse la porta sul retro. Stanno mettendo a dormire il gatto.

Peccato che i miei suoceri dormano già da 10 minuti.
E' da poco passata l'una di notte.

Non c'è nulla che ti possa terrorizzare in età adulta in piena notte. A meno di credere che i fantasmi possano passare le pareti nulla può minare quella sicurezza che ostenti mentre dormi tranquillo nel tuo letto. Persino dei ladri dovrebbero faticare, scassinare qualche porta, ingegnarsi con qualche spray, portare delle scale per raggiungerti ai piani alti. Tutto sommato sei tranquillo. Anche il temporale più furioso o una tromba d'aria restano fuori e li ascolti con orecchio teso ringraziando il cielo di essere fra quattro mura ad assistere come spettatore.

Quando lo senti arrivare hai improvvisamente la piena consapevolezza delle tue dimesioni e in un attimo comprendi quanto sei piccolo nei confronti di tutto ciò che ti circonda, un granello di sabbia in un deserto immenso.
Sembra un grosso automezzo che arranca su una salita oppure un tuono lontano che dura secondi e secondi.
Il rumore penetra nei muri, sale le scale e aumenta.
Buca le porte, si diffonde negli ambienti e aumenta.
Sale nel letto, ti percorre il corpo come una malefica carezza e aumenta.
Ormai è frastuono.

Quello che succede dopo non sarai mai abituato ad affrontarlo. E' un nemico subdolo, che passa i muri come un demonio vero e ti afferra fin nelle viscere. Comincia a squoterti e quella che se ne va subito è la tua sicurezza. Non esiste luogo, non esiste stato d'animo, non esiste compagnia che possa rassicurarti. Il nord e il sud si capovolgono e per alcuni secondi cadi in un pozzo di sgomento ed incredulità.

Nella buia notte ho trovato la luce della lampada. Si ballava ancora, il letto finiva il suo tragitto verso l'armadio. Al termine le gambe mi hanno alzato, le mani hanno fermato il lampadario che come un pendolo segnava il tempo della catastrofe. I pensieri ancora faticavano a mettersi in fila.

20 Maggio 2012 4:03:42. Terremoto.